xxxLanguages
Login

 

Istituto di formazione riconosciuto dallo Stato (in Germania)

 

Le Costellazioni Hellinger® sciencia di Bert e Sophie Hellinger sono divulgati in tutto il mondo attraverso la Hellinger®schule e i loro docenti nei vari corsi di formazione al „Costellatore Hellinger sciencia®“. Tutti i seminari tenuti da Bert e Sophie Hellinger e della Hellinger®schule sono riconosciuti per la formazione.

Login utente

Inserire username e password per effettuare il login:

Dimenticato la password?

 

Noi siamo un istituto associato alla 

Bild

INTERVISTA 

Domanda: che cos‘è Cosmic Power?

Cosmic Power è la forza che muove tutto. E’ la forza per eccellenza, ammesso che la si possa chiamare forza; perché il termine forza è limitante ed evoca certe associazioni. Si tratta invece dell’origine di ciò che muove tutto. Pertanto è energia, e l’energia è vita. Non importa quindi se osservo una pietra o una persona. E’ stato solo questione di tempo perché l’una si potesse sviluppare e formare quello che è o invece diventare l’altra.

Domanda: E‘ alla portata di tutti?

Si! Si chiunque può apprenderlo con un esercizio costante. Chi ci dedica abbastanza tempo e pazienza può progredire molto.

Domanda: Che cosa ha a che fare Cosmic Power con le costellazioni familiari, ad esempio con gli sviluppi più recenti, le costellazioni senza parole?

Cosmic Power è la base per le costellazioni della Hellinger Sciencia. Non c’è più bisogno che io ascolti il problema della persona, ascolto invece con il cuore. Io ho aperto il mio cuore attraverso gli occhi. Quando la persona viene o è seduta al mio fianco, so quel che sente e so quel che pensa. Nella gran parte dei casi c’è una grande differenza rispetto al problema che lei comunica. La radice è normalmente altrove rispetto a quel che pensiamo. Ma va detto anche che ogni problema contiene già la propria soluzione. Perciò non è necessario parlare molto. Talvolta è importante occupare la mente per metterla da parte. La grande arte in Cosmic Power è quella di saper concludere, di „Basta, non voglio sapere tutto dell‘altro“?

Domanda: Perché no?

C’è una necessità interna, perché spesso è doloroso per me vedere quello che fa l’altro, vederlo correre diritto verso la sua infelicità, senza potergli dare alcun cenno di indirizzo. Bert mi ha insegnato molto, mi ha insegnato a tacere e a lasciare che l’altro vada verso la sua infelicità. Talvolta penso „C’è un notevole potenziale; non posso forse intervenire?“… e in questo modo mi trovo spesso in un conflitto interiore.

Domanda: Quale conflitto?

Se dare appunto delle indicazioni per segnalare alla persona che sta correndo diritta verso la propria infelicità, proprio per scongiurarla. O se farne a meno.

Domanda: Perché?

Perché si percepisce se è possibile o no! Spesso la persona deve fare quest’esperienza, ogni altra cosa ritarderebbe semplicemente la gravità delle cose e la prolungherebbe comunque.

Domanda: Che cos’è il „campo“? Che cosa contiene? Come è nato? Continua a crescere? Come viene „riempito“?

Con le costellazioni Hellinger Sciencia entriamo nel campo quantistico. Si potrebbe parlare anche di cronaca dell‘Akasha. Ogni pensiero, ogni azione e ogni sentimento vengono memorizzati in questo campo. Si tratta di energia allo stato puro, disponibile in questo campo sotto forma di informazione.                                             

Domanda: questo campo di informazioni ha un livello o più livelli? Esistono per così dire strati più profondi con risposte „migliori“?

La costellazione apre la porta per entrare in questo spazio senza tempo. Come sappiamo, chiunque può chiamarsi „costellatore“ e aprire la porta. Se il costellatore ha un’intenzione e anche il cliente ce l’ha, è come se fossero entrati in questa stanza, e in questa stanza cercano e trovano la prima porta possibile che conduce alla soluzione. Ma questa stanza ha numerose altre porte. Se il costellatore rimane senza intenzione, forse si apre una prossima porta. Ora ci si chiederà qual è la porta che si apre, se sono presenti 10 o 20 altre porte. Le possibilità sono sempre in risonanza con il costellatore. Se giungo poi nella prossima stanza, al prossimo livello, questa avrà altre 30 porte, ecc.

Domanda: Chi decide se intervenire o meno durante una costellazione? Il campo? Il cliente? Il costellatore?

Se il costellatore è senza intenzione si apre una stanza dopo l’altra. Più parlo, più è probabile che io rimanga in questa prima o seconda stanza. Solo se un costellatore non si sente obbligato a dover fornire una soluzione al cliente, perché teme di perdere il cliente, SOLO ALLORA il costellatore e il suo cliente andranno avanti. Ma ipotizziamo che raggiunga altre stanze; in questo caso ne saranno presi tutti i partecipanti presenti. Da questo campo si aprono informazioni che entrano in risonanza con tutti i presenti. Le costellazioni Hellinger Sciencia non sono più costellazioni personali; nonostante ciò però il cliente prova una liberazione. Si tratta sempre di costellazioni per tutti gli osservatori attenti. E’ come se si trattasse di costellazioni di massa, in cui ciascuno ottiene esattamente ciò che è in grado di implementare al momento.

Domanda: Non esistono costellazioni personali?

Naturalmente esistono anche nella forma personale se osserviamo i fatti con la nostra mente. Ma nella persona che ha chiesto questa costellazione tutti i presenti trovano una risonanza per il loro problema. E’ possibile che al momento non ne siano nemmeno consapevoli. Accade, ad esempio, che il problema viene da molte vite precedenti o da una vita futura. In altre parole, questo problema proveniente da un’altra vita, è legato a innumerevoli persone e il conflitto, nato allora, non è mai stato risolto fino ad oggi. Questo conflitto si può aprire nella vita presente nel senso che una persona è incapace di avere relazioni oppure è in grado di guadagnare molto denaro, ma anche che perde tutto, oppure che lavora molto senza mai possedere niente. Un altro esempio è una persona che pur conducendo uno stile di vita sano, è ininterrottamente malata.

Domanda: Io vorrei saperne di più!

Attraverso le costellazioni Hellinger Sciencia e con l’applicazione di Cosmic Power® entriamo a livelli dove il cliente non è più costretto a formulare verbalmente il suo problema. Nel campo delle costellazioni si manifestano e si aprono contemporaneamente moltissimi problemi che fino ad oggi sono rimasti irrisolti. E’ possibile anche che nella costellazione i rappresentanti cambino continuamente la persona che rappresentano. Non sappiamo mai con chi abbiamo a che fare.

Domanda: Da cliente come faccio a riconoscere qual è il problema vero?

Solo evitando di rifletterci con la mente, ma esponendosi ai fatti con tutti i sensi. Più è esatta la descrizione del problema, più essa conduce a una determinazione. Questa “congelerebbe” la guarigione e la soluzione; in tal modo ad esempio la tristezza rimane irrisolta. Affidando alla propria mente l’analisi del problema si rimane senza forza. A ciò si aggiungono la tristezza e i rimproveri a sé stessi perché si è convinti di avere fatto di tutto e provato tutto, senza che sia servito a nulla. 

Domanda: Come si raggiunge questo stato in cui la testa, la mente diventa tranquilla?

Per mettere tranquilla la mente, una possibilità consiste nel chiedere al cliente prima della costellazione di che si tratta. In questo modo la mente del cliente è occupata e il cliente si sente preso sul serio. Io stesso sento quel che dice, ma lo dimentico immediatamente, mentre tutta la mia percezione è tesa alla dinamica.

Nel quotidiano riesco a tranquillizzarmi subito, smettendo di difendere le mie convinzioni. Questo comporta sempre una lotta e und conflitto, e la lite è inevitabile. Per ogni convinzione io combatto come se fosse in gioco la mia vita, mentre il tutto è superficiale. Non si tratta di non avere convinzioni. Si tratta invece di far valere anche la convinzione dell’altro.

In questo modo ritorno all’inizio: io non posso intervenire. Io vedo la convinzione dell’altro. E nel contempo sono triste perché vedo che tramite le convinzioni è impossibile liberare il potenziale. Abbiamo a che fare con una microscopica separazione – e questa separazione è incredibilmente grande. La persona non è in grado di superare questo confine.

Domanda: Capisco bene? Dal campo Cosmic Power si ricevono delle informazioni? Ognuno è in grado di „spillare“ da questo campo? O detta diversamente: questo campo parla con chiunque?

Sì! Si può imparare a connettersi con Cosmic Power. Perché questo livello c’è sempre. C’è solamente bisogno della tua consapevolezza e della tua attenzione. In quel luogo non c’è né spazio, né tempo. Non esiste più nessun „bene“ e „male“, nessun „giusto“ e „sbagliato“. Tutto questo l’abbiamo già sentito o letto migliaia di volte. Ma l’esperienza personale è una cosa completamente diversa.

L’applicazione può essere appresa alla stregua di un musicista che inizia a suonare uno strumento. Un ausilio consiste nel dire all’altro interiormente: “Tu sei meraviglioso. Io ti amo così come sei. Perché sei unico. Questo sei tu“. In questo modo non c’è più bisogno di raggiungere nulla. Si è presi da questa forza che conduce attraverso il labirinto. Ogni idea di „dover fare“ e „dover compiere“ allontana dal successo, allontana dall’amore e allontana dal campo in cui tutti siamo all‘UNISONO. 

Domanda: Come è nato il termine "Cosmic Power“?

Mi è stato trasmesso e donato in un modo particolare.